Backgammon.it

La tua guida on-line di backgammon
Oggi è sab 18 nov 2017, 22:22

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: PR per giocatori di scacchi
MessaggioInviato: mar 06 giu 2017, 16:24 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1168
Gli scienziati pazzi, come li chiama Ironchen, hanno creato anche questo:

http://en.chessbase.com/post/computers- ... st-player-


Allegati:
PRchess.gif
PRchess.gif [ 12.01 KiB | Osservato 383 volte ]

_________________
Le persone non sono fatte per capire le probabilità ma nemmeno il backgammon può aiutare !
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PR per giocatori di scacchi
MessaggioInviato: mar 06 giu 2017, 17:28 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1168
Le mie considerazioni:
Kasparov pur avendo un gioco complesso è piazzato molto bene, per me tutto sommato il più forte è lui.
Capabalanca aveva un gioco molto lineare ma comunque mi sorprende vederlo davanti a Karpov vista la distanza di tempo.
Botvinik era uno che amava posizioni semplici e tuttavia è molto in basso.
Mi aspettavo Fischer più in alto ma sinceramente non lo conosco abbastanza cosi come molti di quelli piazzati in mezzo.

Capabalanca comunque è stato quello che comunque ha perso meno partite di tutti nei tornei che giocava e spesso li vinceva.

Questo a mio avviso dimostra che fare la valutazione solo sulla qualità delle mosse singole non tenendo conto della complessità degli stili può essere una falla anche nel bg.

_________________
Le persone non sono fatte per capire le probabilità ma nemmeno il backgammon può aiutare !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PR per giocatori di scacchi
MessaggioInviato: mar 06 giu 2017, 19:25 
Non connesso

Iscritto il: mar 03 giu 2008, 12:55
Messaggi: 2254
bene.

_________________
Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono, poi VINCI (vice-vice-VICE-vice Campione d' Italia)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PR per giocatori di scacchi
MessaggioInviato: mar 06 giu 2017, 21:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:40
Messaggi: 2236
Località: Milano
Sarebbe interessante vedere come si piazzano Magnus Carlsen a Paul Morphy, giusto per avere i due estremi opposti in termini di tempo

_________________
melzino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PR per giocatori di scacchi
MessaggioInviato: mar 06 giu 2017, 22:20 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1168
melzino ha scritto:
Sarebbe interessante vedere come si piazzano Magnus Carlsen a Paul Morphy, giusto per avere i due estremi opposti in termini di tempo


Morphy grande giocatore ma ai suoi tempi non c'era un campionato del mondo quindi non preso in considerazione credo per questo. Me lo aspetterei comunque peggio di Steinitz, epoca degli scacchi champagne.
Carlsen boh, ne ha già di partite, strano che non ci sia, lui lo vedo al livello di Kasparov.

_________________
Le persone non sono fatte per capire le probabilità ma nemmeno il backgammon può aiutare !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PR per giocatori di scacchi
MessaggioInviato: mar 06 giu 2017, 23:07 
Non connesso

Iscritto il: dom 19 apr 2015, 13:28
Messaggi: 286
B.M.C :arrow: il padre del moderno gioco posizionale nonché Buonarroti della scacchiera relegato in fondo alla lista da 2 PAZZOiDi :!: :!:

mentre gobbo-Spasstik ripetutamente deflorato in finale da Bobby + titùlato del pirotecnico TaL dei Primitives :?: :?:


S'iL VOUS PLAiT.... :lol: :lol: :lol:

_________________
"PEKUNiA NON OLET" , DDD


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PR per giocatori di scacchi
MessaggioInviato: mer 07 giu 2017, 17:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 18 ott 2011, 18:02
Messaggi: 135
Grazie Florin per il link. Purtroppo il campione dati mi pare abbastanza ristretto visto che considera soltanto i campioni mondiali e sembra basarsi esclusivamente sulle partite delle finali mondiali. Essendo ormai un pò datato (2006), mancano ovviamente Anand e Carlsen.

Comunque la cosa si è evoluta ed effettivamente ero a conoscenza di qualche sviluppo più recente, in particolare di un indice che pare sia stato ispirato proprio dal lavoro dei due sloveni (c'è pure un link di un loro ricerca più avanzata: https://ailab.si/matej/doc/Using_Heuris ... _Chess.pdf). Su chess.db.com, avendo a disposizione un campione dati molto ampio (>100.000 partite analizzate) hanno provato a creare un „chess quality index“, correlandolo con i rispettivi punteggi elo e trovando una linearità sorprendente. Anche lì a prima vista ovviamente non mancano le sorprese, soprattutto vedendo un tuo ononimo e connazionale della prebot-era primeggiare sempre davanti a Capablanca ed i big attuali dietro a molti giocatori FM-GM semi-sconosciuti che apparentemente sfoderano un gioco considerato più simil-bot. Potremmo arrivare alla conclusione che un gioco tale non basta per arrivare al top, però si nota pure che per i vari big Carlsen, Kasparov etc. sono anche state prese in considerazione diverse partite giocate in gioventù quando erano ancora lontani dall'elite e che di conseguenza hanno penalizzato il loro indice. Il campione dati perciò è fin troppo selettivo ed eterogeneo.

https://chess-db.com/public/research/qualityofplay.html
https://chess-db.com/public/top100pqi.jsp

Il sito lichess.com ha regolarmente introdotto il criterio „average centipawn loss“, a parte qualche piccolo dettaglio in linea con quelli sopra citati. Giocandoci ed analizzandoci occasionalmente, quest' indice, essendo praticamente il pendant scacchistico del PR, mi aveva incuriosito. Complessivamente nel mie partite non ho trovato correlazioni notevoli tra punteggi Elo (miei ed avversari) ed „average centipawn loss“, appena intorno al -.30. L'esito della partita si è addirittura rivelato il criterio più importante: le partite „migliori“ per dire sarebbero le patte (più piatte, lineari, meno combattute e solitamente più corte). Il numero crudo dell'„average centipawn loss“ alla fine non dice molto, comunque sul sito si può anche approfondire, mettendo a rapporto l“average centipawn loss“ con un'infitinità di criteri a partire dalle aperture giocate, fasi di gioco, livello degli avversari e permettendo quindi anche di avvicinarsi sensibilmente a fattori come complessità e stili di gioco.

Magari stride un pò il confronto tra il backgammon e gli scacchi, poichè nel backgammon sono piuttosto i dadi a decidere principalmente l'andamento di un game e le possibilità di incidere tramite un proprio stile di gioco mi sembrano essere ridotte. Per citare il caso più estremo, se i dadi iniziali virano verso un facilissimo running game a favore avrà poco senso opporsi ai dadi cercando complicazioni tramite backgame e così via, mentre lo scacchista ha una certa libertà a partire dalla scelta dell'apertura. Comunque sono d'accordo che il PR come numero di una partita singola oppure come media di un numero di partite ridotto (anche p.e. BMAB), ignorando la complessività dei game incontrati, non rivela moltissimo. Con un campione dati ampio credo sia attendibile, tanto i dadi fanno sì che un giocatore incontri con una certa regolarità tutti i tipi di gioco, dai più facili ai più complessi. Una suddivisione del PR per tipi di gioco etc. sarebbe senz'altro informativa, inoltre utile ai fini di studio. Probabilmente un sito come backgammonstudio offre già servizi e distinzioni del genere, forse pure un presunto software danese non (ancora) sul mercato.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group. Color scheme by ColorizeIt!
Traduzione Italiana phpBB.it