Backgammon.it

La tua guida on-line di backgammon
Oggi è gio 21 nov 2019, 12:01

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: mer 08 mag 2019, 17:31 
Non connesso

Iscritto il: lun 30 mag 2016, 19:30
Messaggi: 40
ciao Elisa,

io, d'ora in poi parlo, i furbetti con me avranno vita breve.
Perché mai dovrei stare zitta e vedere che un giocatore viene fregato?
L'ho provato una volta e mi basta.

Francesca


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: mer 08 mag 2019, 17:59 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1838
elisa4461 ha scritto:

gli angolisti???
devono stare zitti, prima dopo e durante

ma scusate, un arbitro va a chiedere al pubblico se la palla e' uscita fuori ???


Da dove ti risulta ? Non puoi paragonare uno sport dove esiste un arbitro designato per quella partita con il bg dove non succede, tranne rarissimi casi. A scacchi ti posso assicurare che è prassi comune nei tornei un arbitro chieda ai testimoni su come sono andare le cose, ovviamente in una finale mondiale ciò non succede.
Hai mai letto il regolamento di bg ? Gli spettatori possono intervenire andando dal direttore torneo, che quasi nessuno lo faccia è un altro discorso.
Mi è capitato più volte di essere interpellato sulla posizione di una pedina (i giocatori vanno avanti e dietro e a volte fanno fatica a ricostruire la posizione iniziale), anche a me è capitato di chiedere.
Non so da dove viene fuori questa percezione che lo spettatore deve fare l'omertoso, bisogna che intervenga con le modalità previste del regolamento, spesso c'è la volontà di entrambi i giocatori di risolvere la situazione nel modo corretto, regolamento o non regolamento.
A Budva è successo che in un match si sono accorti si una pedina sul bar solo parecchie mosse dopo, insieme al direttore entrambi hanno concordato ad arrivare ad una posizione precedente legale.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: mer 08 mag 2019, 18:46 
Non connesso

Iscritto il: lun 30 dic 2013, 20:14
Messaggi: 28
sadjuliet ha scritto:
ciao Elisa,

io, d'ora in poi parlo, i furbetti con me avranno vita breve.
Perché mai dovrei stare zitta e vedere che un giocatore viene fregato?
L'ho provato una volta e mi basta.

Francesca

ciao francesca :)

mi spieghi come fai ad essere sicura della malafede di uno dei due giocatori?? puo essere tutti e due i giocatori si siano distratti??


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: mer 08 mag 2019, 18:55 
Non connesso

Iscritto il: lun 30 dic 2013, 20:14
Messaggi: 28
Florin ha scritto:
elisa4461 ha scritto:

gli angolisti???
devono stare zitti, prima dopo e durante

ma scusate, un arbitro va a chiedere al pubblico se la palla e' uscita fuori ???


Da dove ti risulta ? Non puoi paragonare uno sport dove esiste un arbitro designato per quella partita con il bg dove non succede, tranne rarissimi casi. A scacchi ti posso assicurare che è prassi comune nei tornei un arbitro chieda ai testimoni su come sono andare le cose, ovviamente in una finale mondiale ciò non succede.
Hai mai letto il regolamento di bg ? Gli spettatori possono intervenire andando dal direttore torneo, che quasi nessuno lo faccia è un altro discorso.
Mi è capitato più volte di essere interpellato sulla posizione di una pedina (i giocatori vanno avanti e dietro e a volte fanno fatica a ricostruire la posizione iniziale), anche a me è capitato di chiedere.
Non so da dove viene fuori questa percezione che lo spettatore deve fare l'omertoso, bisogna che intervenga con le modalità previste del regolamento, spesso c'è la volontà di entrambi i giocatori di risolvere la situazione nel modo corretto, regolamento o non regolamento.
A Budva è successo che in un match si sono accorti si una pedina sul bar solo parecchie mosse dopo, insieme al direttore entrambi hanno concordato ad arrivare ad una posizione precedente legale.


non e' questione di essere omertosi, per come la penso io il gioco del backgammon e'fatto di fortuna ,di tattica e di attenzione.

la fortuna la fanno i dadi , la tattica si studia e l'attenzione e fondamentale .esattamente come paghi l'errore nelle mosse io sono del parere che i giocatori paghino la distrazione e nessuno ci deve mettere becco . i giocatori sono tenuti a portare attenzione alle mosse che fa l'avversario , se non se ne accorgono peggio per loro.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: mer 08 mag 2019, 19:18 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1838
elisa4461 ha scritto:

mi spieghi come fai ad essere sicura della malafede di uno dei due giocatori?? puo essere tutti e due i giocatori si siano distratti??


Aggiungo anche questa alla lista di ciò di cui non possiamo essere sicuri. :)

Uno si "distrae" e sposta pure i dadi, il riferimento era a questa situazione. Chi è che dovrebbe prendere provvedimenti in casi come questo ? Un direttore torneo ha poteri per quel determinato torneo, un ammonizione e via aspettando la prossima furbata !

Anche in Sardegna quindi la legal move non è molto gradita a quanto sembra.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: mer 08 mag 2019, 19:35 
Non connesso

Iscritto il: lun 30 dic 2013, 20:14
Messaggi: 28
Florin ha scritto:
elisa4461 ha scritto:

mi spieghi come fai ad essere sicura della malafede di uno dei due giocatori?? puo essere tutti e due i giocatori si siano distratti??


Aggiungo anche questa alla lista di ciò di cui non possiamo essere sicuri. :)

Uno si "distrae" e sposta pure i dadi, il riferimento era a questa situazione. Chi è che dovrebbe prendere provvedimenti in casi come questo ? Un direttore torneo ha poteri per quel determinato torneo, un ammonizione e via aspettando la prossima furbata !

Anche in Sardegna quindi la legal move non è molto gradita a quanto sembra.

io non sono la sardegna :) credo che ognuno sia libero di pensare con la sua testa , sicuramente la mia e' dura da buona sarda :) ma non generalizzare Florin :) non sia mai che qualche giocatore sardo si senta offeso perche' non la pensa come me :) per ovviare a questo problema ci vorrebbe un arbitro ad ogni tavolo hahahahahahhahahaha!!!!! la cosa e' impossibile ne convieni??


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: mer 08 mag 2019, 20:50 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1838
elisa4461 ha scritto:
io non sono la sardegna :) credo che ognuno sia libero di pensare con la sua testa , sicuramente la mia e' dura da buona sarda :) ma non generalizzare Florin :) non sia mai che qualche giocatore sardo si senta offeso perche' non la pensa come me :) per ovviare a questo problema ci vorrebbe un arbitro ad ogni tavolo hahahahahahhahahaha!!!!! la cosa e' impossibile ne convieni??


Ho scritto sembra, vedremo se ci sono altri sardi che dicono la loro. Apprezzo il fatto che ti sei pronunciata su una questione delicata, non da tutti di questi tempi.
Io credo che soluzioni si potranno trovare anche grazie alla tecnologia, al momento certo non si possono monitorare tutti i tavoli ma quelli ad un turno dai premi si potrebbe si, le telecamere sono sempre più popolari e anche le partite in streaming. Per esempio credo che si troverebbero dei volontari a fare da monitor oppure permettere agli spettatori di intervenire se entrambi i giocatori sono d'accordo.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: mer 08 mag 2019, 20:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 29 lug 2010, 14:05
Messaggi: 900
danrot ha scritto:
Se il CNB a qualcuno non sta bene, o l'operato del Consiglio non è gradito, non c'è nessun problema.
Questi qualcuno, prendono, fondano in CAZB e introducono il Comitato Etico, e le regole che vogliono...
Poi se per proprio diletto si vuole passare il tempo a evidenziare cosa non fa o riesce a non fare in CNB e continuare indirittamente ad attaccarne il Presidente, liberi di farlo.
Se tu vieni a casa mia e non vuoi metterti le pattine ed entrare con le scarpe sporche di fango, puoi anche non venire mia moglie sarà contenta.

Ciao Danni, mi spiace entrare in polemica con te, perché sei sempre stato schietto e non mi hai mai pugnalato alle spalle. Questo lo apprezzo, quindi se tu invece vorrai entrare a casa mia, anche senza pattine, troverai sempre la porta aperta. Tanto a casa i pavimenti li lavo io.
Tornando a ciò che hai scritto, il tuo pensiero non fa una piega. A casa tua fai ciò che vuoi e ci metti le regole che vuoi. Onestamente per il backgammon speravo ci fosse una strada più accomodante, specie ora che realtà importanti provano, almeno in un gioco, a perseguire una strada che vada bene a tutti. Che nessuno poi si lamenti se i numeri dei partecipanti locali non sono quelli attesi. Sapessi quanti piagnistei ho letto in passato proprio qui sul forum.
Ho aperto la discussione solo per sondare il terreno su un'eventuale apertura italiana verso una regola.controversa. Non c'è problema se non se ne fa nulla. Sei liberissimo tu di rispondere di no, a titolo personale o anche dell'associazione, quanto sono libero io di sentirmi un po' discriminato. E ogni volta che vedrò novità importanti sull'argomento da parte di altre federazioni continuerò a provarci.

_________________

“Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.”
G.O.


Ultima modifica di bobmartin il ven 10 mag 2019, 00:09, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: mer 08 mag 2019, 23:06 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1838
danrot ha scritto:
Se il CNB a qualcuno non sta bene, o l'operato del Consiglio non è gradito, non c'è nessun problema.
Questi qualcuno, prendono, fondano in CAZB e introducono il Comitato Etico, e le regole che vogliono e organizzano un altro Campionato Italiano come fa Fornasir.
Poi se per proprio diletto si vuole passare il tempo a evidenziare cosa non fa o riesce a non fare in CNB e continuare indirittamente ad attaccarne il Presidente, liberi di farlo; ma a quel punto consiglierei di fare un Comitato in riva all'Adige con Fleccha per riuscire meglio a spaccare i marroni a tutti.
Comunque Fornasir continua a organizzare Campionati e Tornei. Consiglio agli affiliati dell'Adige la loro frequentazione.
Se tu vieni a casa mia e non vuoi metterti le pattine ed entrare con le scarpe sporche di fango, puoi anche non venire mia moglie sarà contenta.


Casa tua ? Credo tutti i soci possano fare proposte, non mi risulta che i membri del consiglio siano soci privilegiati, potrei capire se lo dicesse chi ha fondato il CNB. A Torino è stata fatta un assemblea ma non ero a conoscenza (sono diventato socio per il 2019 proprio lì) ma non sono stato informato, altrimenti magari facevo qualche proposta lì.
Se a te sembra che un comitato etico non serva ok, io ho un opinione diversa e lo ribadisco quando qualcuno tocca l'argomento. Questo sempre che il CNB venga considerato come un organizzatore di competizioni sportive e non di svago o business.

Il CNB era una grossa novità ed era ben avanti nel 2006, da allora sono state create federazioni in molti paesi, anche una mondiale. USBGF ha un comitato etico e anche altre cose. Il progresso si realizza anche quando si vede e si ispira a cosa fanno gli altri, il presidente francese era a Jesolo, mi sono informato dei loro progetti sui giovani.
Non vedo cosa c'entra Fornasir, se non perchè il CNB, che è arrivato dopo, è stato creato anche perché c'era scontentezza su come era organizzato il campionato italiano.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: gio 09 mag 2019, 12:08 
Non connesso

Iscritto il: mar 03 giu 2008, 12:55
Messaggi: 2555
Località: milano
elisa4461 ha scritto:
........per come la penso io il gioco del backgammon e'fatto di fortuna ,di tattica e di attenzione.
la fortuna la fanno i dadi , la tattica si studia e l'attenzione e fondamentale .esattamente come paghi l'errore nelle mosse io sono del parere che i giocatori paghino la distrazione e nessuno ci deve mettere becco . i giocatori sono tenuti a portare attenzione alle mosse che fa l'avversario , se non se ne accorgono peggio per loro.

Una volta la vedevo anche io così, l'attenzione fa parte del gioco e se sbagli paghi; la sottile differenza è che se devo prestare attenzione alle fasi di gioco per non eseguire una mossa sbagliata è sacrosanto, se devo impegnare l'attenzione a monitorare continuamente un avversario che muove nelle caselle sbagliate sia in buona fede che in mala fede, allora non sono più d'accordo.
Rivendico il diritto di utilizzare tutta la mia attenzione a come mi devo comportare io e non distrarmi per colpa di un avversario sbadato o furfante.
Quindi in questo senso la Legal Move da un minimo di garanzie...almeno quando ci si accorge.
Ora, come ho sempre detto a Bob, io che ci sia, che non ci sia la L.M. ai tornei ci vado a prescindere.... se mi interessano. non credo che questa regola debba condizionare sia in un senso che nell'altro la voglia personale di partecipare ad un evento...mi sembra che gli si dia troppo peso.
Alla fine al tavolo trovi o persone corrette o scorrette...e la Legal Move non cambia nessuna di queste. solo di persone si parla.
Ma se uno va in vacanza e posteggia l'auto e al ritorno la ritrova sventrata che fa? dice eh..ho prestato poca attenzione e quindi è giusto così, la prossima volta invece di andare a fare quello che devo fare ..piantonerò la macchina..

_________________
Qui Radio Backgammon italiano NON libero


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: gio 09 mag 2019, 12:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 29 lug 2010, 14:05
Messaggi: 900
Danni, appurato che io e te la pensiamo diversamente, perché a essere moralmente obbligato a fare qualcosa che mi da fastidio piuttosto non gioco, il punto si sposta su un'altra questione. E cioè se ci sia o meno un modo di far giocare tutti come si sentono di giocare per dare il proprio meglio.
Esiste questo modo?
Certo che esiste. Ad esempio in un contesto "legal" c'è la possibilità di far giocare due giocatori d'accordo senza legal. In America lo si fa da gennaio. In Europa forse lo si farà. E in italia? La mia domanda era questa e nessuno ha ancora risposto.
Ci sono poi altri modi. Ad esempio rendere disponibile un arbitro per quelle coppie di giocatori che ne fanno richiesta? Inserire una regola del "prima penso e poi se tocco un pezzo lo muovo"? Abbassare di brutto la quota di iscrizione? (Non mi crea problemi correggere le svarionate del mio avversario per 5 euro. Ma se devo rinunciare a un anello per mia moglie a causa di una distrazione non causata all'avversario, allora anche no, grazie)
Tante soluzioni tra cui c'è anche la tua che è pienamente legittima: a casa faccio ciò che voglio.
Certo che portarsi via il pallone senza nemmeno voler capire come intendono giocare gli avversari non è proprio il massimo della vita. Di solito questa è l'ultima spiaggia, non la prima.

_________________

“Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.”
G.O.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: gio 09 mag 2019, 16:26 
Non connesso

Iscritto il: mar 03 giu 2008, 12:55
Messaggi: 2555
Località: milano
bobmartin ha scritto:
Danni, appurato che io e te la pensiamo diversamente, ...................................


Bob, non credo che la pensiamo proprio diversamente, e che tu hai un pensiero deciso e inviolabile moralmente su una aspetto, io non ho un pensiero ma una posizione aperta.
bobmartin ha scritto:
.........................Ad esempio in un contesto "legal" c'è la possibilità di far giocare due giocatori d'accordo senza legal.
bene, d'accordo, e se invece uno dei due non è d'accordo? si inizia a discutere 2 ore se giocare con la legal o senza legal? rivendicando morali e diritti?

bobmartin ha scritto:
........................In Europa forse lo si farà. E in italia? La mia domanda era questa e nessuno ha ancora risposto
rispondo: forse un giorno si farà anche in Italia, ma dibattere di queste cose, digerirle e decidere per un sì o un no sai bene che è cosa lunga e ora vincolata anche a un board europeo.
Quanto agli anelli di mia o tua moglie, purtroppo io son fatto male, vincere approfittando di un vantaggio dovuto a una situazione non coerente con il dado uscito, non mi interessa; mentre mi interessa, se mai arrivassi a giocarmi 20.000 euro che il mio avversario non abbia vantaggi da mosse da lui eseguite male...esattamente per gli stessi motivi.
Poi se devo giocare senza legal move ci gioco e starò un pò più accorto ai furbetti di quartiere.
Se si sdogana la non legal move si dovrebbe anche sdoganare che al tavolo gli avversari possano mettere in campo azioni di disturbo psicologico spinto attraverso gesti o frasi; questo oggi avviene in alcuni casi, e nessuno se ne occupa.
Il codice etico cosa dice qui?

_________________
Qui Radio Backgammon italiano NON libero


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: gio 09 mag 2019, 17:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 29 lug 2010, 14:05
Messaggi: 900
danrot ha scritto:
bobmartin ha scritto:
.........................Ad esempio in un contesto "legal" c'è la possibilità di far giocare due giocatori d'accordo senza legal.
bene, d'accordo, e se invece uno dei due non è d'accordo? si inizia a discutere 2 ore se giocare con la legal o senza legal? rivendicando morali e diritti?

No. Se il contesto è legal e uno dei due vuole giocare legal si gioca legal. In questo tipo di situazioni potrebbe essere previsto il monitoraggio di un arbitro su richiesta di uno dei due. Credo proprio che in US si faccia così. Se poi l'arbitro non c'è, si gioca legal e fine. Il legal giocatore accetterà le conseguenze e viceversa.
Ad esempio è noto che Arda non applica la legal move, ma se due amici a un suo torneo si accordano per giocare legal sono liberissimi di farlo e al direttore non interessa nulla. Gli interessa solo che gli si comunichi il vincitore.
danrot ha scritto:
Quanto agli anelli di mia o tua moglie, purtroppo io son fatto male, vincere approfittando di un vantaggio dovuto a una situazione non coerente con il dado uscito, non mi interessa; mentre mi interessa, se mai arrivassi a giocarmi 20.000 euro che il mio avversario non abbia vantaggi da mosse da lui eseguite male...esattamente per gli stessi motivi.
Poi se devo giocare senza legal move ci gioco e starò un pò più accorto ai furbetti di quartiere.

Allora per lo stesso motivo se te non vedi che puoi entrare dal bar con l'unico shot che ti salva, ti aspetti che il tuo avversario debba correggerti e perdere. E in me prevale il feeling opposto al tuo: mi vergognerei come un ladro a vincere nonostante la svista. E immagino la mortificazione del mio avversario costretto a correggermi. Penso proprio che in una situazione del genere dividerei la vincita e gli assegnerei la coppa.
Se vede che siamo fatti male tutti e due, vecchio :D
danrot ha scritto:
Se si sdogana la non legal move si dovrebbe anche sdoganare che al tavolo gli avversari possano mettere in campo azioni di disturbo psicologico spinto attraverso gesti o frasi; questo oggi avviene in alcuni casi, e nessuno se ne occupa. Il codice etico cosa dice qui?

Per me il codice etico è solo uno. E' un gioco che si gioca in silenzio. Di solito metto le cuffie. Se l'avversario mi rifiuta la cortesia io gli impongo il silenzio totale. Per le chiacchiere c'è tutto il tempo dopo. A Cipro almeno funzionava così.
Alla prossima grande Danni, guru della grumpy philosophy che tanto adoro ;)

_________________

“Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.”
G.O.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LETTERA APERTA AL COMITATO ETICO CNB
MessaggioInviato: ven 10 mag 2019, 00:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 29 lug 2010, 14:05
Messaggi: 900
Scusate. Devo aver fatto casino e ricopiato un precedente messaggio.
Notte

_________________

“Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.”
G.O.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 13 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group. Color scheme by ColorizeIt!
Traduzione Italiana phpBB.it
[ Time : 0.087s | 12 Queries | GZIP : Off ]